Logo Cura Software

E' uscita la versione 4.0 scaricabile da qui

Cura Slicer è il più famoso software per la lettura di file stl e la creazione di gcode.

Prima di inoltrarci nella conoscenza dell'uso del software e nella sua configurazione analizziamo costa sia un file .stl e cosa sia un .gcode. Nella tabella qui sotto vediamo la spiegazione:

File STL

File GCODE

STL (STereo Lithography interface format o acronimo di "Standard Triangulation Language" ) è¨ un formato di file, binario o ASCII, nato per i software di stereolitografia CAD. Viene utilizzato nella prototipazione rapida (rapid prototyping) attraverso software CAD.


Un file .stl rappresenta un solido la cui superficie è stata discretizzata in triangoli. Esso consiste delle coordinate X, Y e Z ripetute per ciascuno dei tre vertici di ciascun triangolo, con un vettore per descrivere l'orientazione della normale alla superficie.


Il formato STL presenta dei vantaggi quali la semplicità , in quanto risulta molto facile da generare e da processare, mentre a suo sfavore presenta una geometria approssimata e la sua struttura dati, che pur risultando semplice, può presentare la ripetizione dello stesso vertice più volte.


I file in formato STL possono essere visualizzati o corretti con strumenti open source come MeshLab o commerciali.


Il formato STL è uno dei principali formati usati nell'ambito della stampa 3D.

Il Codice G (dall'inglese G-code) o codice preparatorio o funzione sono funzioni nel linguaggio di programmazione del controllo numerico. I codici G sono dei codici che posizionano il dispositivo ed eseguono il lavoro, in opposizione al codice M, che gestisce la macchina; T sta per il codice in relazione allo strumento (Tool). S e F corrispondono a tool-Speed (velocità ) e tool-Feed (risposta-ritorno), e infine il codice D per compensazione.

Fonte wikipedia

Fonte wikipedia

Dopo questa piccola illustrazione passiamo ora a vedere come installare e configurare il nostro programma.
Una volta scaricato il programma da qui o dal riquadro all'inizio, lo installiamo, lo avviamo e ci troviamo alla schermata di configurazione della nostra stampante:

Selezioniamo il menu "Custom", mettiamo un nome a nostro piacimento sulla destra nella casella di testo "Printer Name" e premiamo su "Add Printer" A questo punto apparirà la schermata dove configureremo la nostra stampante e il gcode da utilizzare a inizio e fine processo. (Nella seguente immagine vedete la configurazione relativa alla mia stampante: un ANET A6)

Termita questa configurazione possiamo ora pensare a personalizzare i nostri parametri che trovetere sempre relativi alla mia Anet A6 nella sezione Slider --> Ultimaker Cura